Da Lucca: tutti i progetti in corso e le ultime novità

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Un pomeriggio tutto dedicato alla presentazione dei progetti 2016/2017 della Fondazione Il Cuore si scioglie, con racconti e testimonianze relative alle iniziative in corso e alcune anticipazioni sulla novità in cantiere per il prossimo anno. È quello che si è svolto ieri al Teatro del Giglio di Lucca, dove, dopo i saluti del sindaco e del direttore del Teatro del Giglio ha preso la parola Daniela Mori, presidente del consiglio di Sorveglianza Unicoop Firenze e della Fondazione Il Cuore si scioglie onlus. “Grazie per quello che ognuno di voi ha fatto e che insieme abbiamo contribuito a realizzare  – ha detto Mori -. Il valore più importante è la rete sociale e solidale che abbiamo creato in questi anni, il dialogo con le associazioni e le istituzioni che abbiamo costruito, dobbiamo essere messaggeri di un valore che sta nelle cose e in ciò che facciamo”.

04-copia

Daniela Mori

Spazio poi ai numerosi ospiti che hanno preso parte all’iniziativa, contribuendo a scattare una fotografia dei progetti in corso.
Antonio di Napoli, della Cooperativa Valle del Marro di Polistena (Rc) che si è soffermato sull’importanza del progetto, sostenuto dalla Fondazione, delle borse lavoro rivolte a ragazzi immigrati della tendopoli di Rosarno, che ha dato loro l’opportunità di lavorare sui terreni confiscati alla n’drangheta. “La nostra è una battaglia per un cambiamento culturale del territorio – ha detto Di Napoli -. Anche grazie a questi giovani ragazzi africani contrastiamo la criminalità, loro non hanno preconcetti che impediscono loro di essere un popolo dell’antimafia”. Insieme a lui i due giovani Kadim e Moses coinvolti nel progetto e un rappresentante di Emergency, che nel centro polifunzionale Don Pino Puglisi ha un poliambulatorio.

11-copia

Testimonianze Cooperativa Valle del Marro

Continua il sostegno della Fondazione Il Cuore si scioglie al progetto “Emergenza migranti” a supporto di Medici senza frontiere, che ha portato una testimonianza sulla drammatica situazione nel mar Mediterraneo. Irene Mangani, vicepresidente della Fondazione, ha portato il saluto del sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini.

30-copia

Testimonianze progetto Burkina Faso

Da poco rientrati dal Burkina Faso dove si sono recati per l’inaugurazione del terzo panificio voluto da Unicoop Firenze, Movimento Shalom, Fondazione e Comunità di San Patrignano, Stefania Panella e Francesco Guasti, consiglieri della Fondazione e Lia Vasarri, consigliere dei sorveglianza di Unicoop Firenze hanno raccontato, insieme al fondatore del Movimento Shalom Don Andrea Cristiani (“Questa è una grande università di umanità”), la toccante esperienza in Burkina.  “Un orgoglio e un privilegio esser lì – ha raccontato Vasarri- . I loro sorrisi esprimono una dignità interiore molto forte”, ripercorrendo alcune tappe del viaggio come l’inaugurazione di un pozzo vicino Ouagadougou donato da una famiglia che ha adottato un bambino  e la cava di sassi di Pissy. “Ringrazio anche tutti i colleghi dei punti vendita che oggi non sono potuti essere con noi – ha detto Guasti – ma che lo sono stati in Burkina Faso e che hanno dato un grande supporto negli ultimi preparativi della forneria in vista dell’inaugurazione e poi per l’avvio del forno”.

Alessandro Martini, delegato regionale Caritas ha ripercorso, insieme al responsabile Caritas di Lucca la collaborazione con la Fondazione e con Unicoop Firenze per la raccolta alimentare e altri progetti sostenuti dalla Fondazione: “Un’esperienza di fraternità trasversale – ha detto Martini – che ha fatto crescere i rapporti tra di noi e la solidarietà verso chi ha più bisogno”.

27-copia

Alessandro Martini

L’iniziativa di Lucca è stata anche l’occasione per la Fondazione per lanciare un nuovo progetto di crowdfunding su eppela.com mirato finanziare progetti sul territorio e per il territorio e accrescere le capacità e potenzialità di fare rete (presenti Fabio Simonelli di Eppela e Giulio Caravella, consigliere della Fondazione Il Cuore si scioglie) e per ricordare i laboratori Tum Tum delle Sezioni soci di Unicoop Firenze per la realizzazione di prodotti artigianali in collaborazione con associazioni o artigiani del territorio, che saranno venduti nei mercatini di Natale con ricavato a favore della Fondazione. Continua anche il sostegno alle adozioni e affidamenti a distanza.

platea-copiaInfine, l’iniziativa di Lucca è stata anche l’occasione per presentare il progetto promosso da Unicoop Firenze sul fronte dell’emergenza terremoto di realizzazione di una scuola a Cittareale in provincia di Rieti (sono intervenuti Claudio Vanni consigliere della Fondazione e Nicola Fredducci di Unicoop Firenze, referente per il progetto di costruzione della scuola), un ambito in cui sono in programma nuove iniziative che vedranno il coinvolgimento anche della Fondazione.

Le foto a corredo della news sono di M.D’Amato.