Asciughini e presine ricamati a mano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Punto croce, punto erba, uncinetto, ricamo e chi più ne ha più ne metta, ma per Lia, una delle volontarie della sezione Coop di Sesto Fiorentino/Calenzanoil massimo sarebbe che le persone che vengono a prendere i libri in prestito alla Bibliocoop lo facciano con la nostra borsina, l’abbiamo pensata per questo!”.
Il gruppo Tum Tum della piana fiorentina è diventato un vero crogiuolo di sarte; dopo i portapane e i sacchetti per la biancheria della passata edizione quest’anno tocca agli asciughini, ricamati a mano e abbelliti con bottoni e innesti all’uncinetto e alle borse dove il design va a braccetto con la scelta di materiali resistenti, rendendoli ideali per le piccole spese, e per i libri della Bibliocoop ovviamente.

“È tutto merito delle nostre sagge socie” ci spiega Lia “uncinetto, ricamo, cucire a macchina, c’è sempre chi ti consiglia il tipo di taglio o come fare al meglio le cuciture delle borse. Sono le socie che magari non riescono a partecipare ai nostri incontri settimanali ma che abbiamo coinvolto per farci insegnare il mestiere. In fondo questi sono i saperi delle nonne e le nonne son sempre le meglio”.
Così tra un the e un caffè, tra un biscotto e un pasticcino il gruppo di volontarie è diventato anche un gruppo di amiche e l’appuntamento settimanale diventa anche l’occasione per programmare qualche gita fuori tutte assieme.“Perché tra una chiacchiera e l’altra si dice, ma perché non si va? E poi infatti si va!”

(Foto di Rebecca Lena, Studio Riprese Firenze)

  • Sfoglia l’opuscolo dedicato alla Collezione Tum Tum