Con la testa nel piatto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Fino al 18 aprile si raccolgono le candidature per partecipare al World Camp: 4 giorni di laboratori sul cibo, attività in cucina, incontri con esperti e professionisti della ristorazione per farsi venire un’idea di cambiamento

Come si può incidere nella realtà e provare a cambiare il mondo? Rendere più sostenibile una delle azioni che facciamo più spesso può essere un buon inizio. Ognuno di noi sceglie, acquista, consuma e prepara cibo almeno tre volte al giorno. Farlo in maniera consapevole, individuando anche le carenze di sistema per provare a porvi rimedio, può davvero fare la differenza.

World Camp è lo spazio d’ispirazione dedicato a tutti i giovani che hanno voglia di portare un cambiamento sul territorio attraverso un’attività concreta, di qualsiasi tipo essa sia (iniziativa sociale oppure forma d’impresa) ma comunque sempre incentrata sul cibo.

Si svolge dal 27 al 30 aprile nella sede di Dynamo Camp (a Limestre, sull’appennino pistoiese). Quattro giorni di incontri con esperti del settore alimentare, del marketing e della ristorazione per conoscere le logiche con cui il cibo viene prodotto, distribuito e venduto; laboratori di cucina per imparare a sfruttare al meglio anche gli ingredienti più semplici, abolendo gli sprechi; attività di gruppo per capire insieme cosa si potrebbe cambiare non solo nelle scelte quotidiane ma anche nella società.

La partecipazione è aperta a studenti e giovani interessati al tema per passione, motivi di studio o di lavoro e di età compresa tra i 19 e i 35 anni. Per presentare la propria candidatura è necessario compilare, entro il 18 aprile, la scheda on line sul sito www.changefood.it.

Il programma prevede l’incontro con professionisti ed esperti del settore tra cui: Carlo Petrini, presidente di Slow Food: Luisanna Messeri, autrice e cuoca; Vanni Codeluppi, sociologo della comunicazione; Paolo Ricotti, presidente di Plef – Planet Life Economy Foundation.
Si potranno conoscere le eccellenze legate al mondo dell’alimentazione che verranno a raccontare la propria esperienza. Ci saranno i responsabili di: Birrificio Pedavena, storica fabbrica di birra delle Dolomiti; la Cooperativa Sociale Valle del Marro, azienda agricola nata dai terreni confiscati alla mafia; il social network dell’agricoltura Grow The Planet e l’iniziativa solidale Table for Two).

World Camp è promosso dalla Fondazione che da tempo ha avviato una riflessione intorno agli sprechi alimentari nella grande distribuzione e nella società in generale, chiamando i giovani ad attivarsi per individuare soluzioni possibili (rientra in questo stesso filone di attività anche Food Waste Reduction – www.foodwastereduction.eu).

World Camp 2014 è organizzato in collaborazione con Dynamo Academy, l’impresa sociale che contribuisce alla sostenibilità economica di Dynamo Camp.

Per informazioni:

Alessandra Zagli

055 417666

Segreteria della Fondazione

055 4780078

info[at]changefood.it

www.changefood.it