Il cibo non si butta

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Raccolte le candidature e le idee, sono state selezionate quelle che potranno trasformarsi in progetto imprenditoriale

Dopo che si è chiusa a metà gennaio la prima fase del concorso “Food Waste Reduction” promosso da Impact Hub Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie, il 14 febbraio si è proceduto a selezionare le tre proposte migliori a cui sarà riservata la possibilità di iniziare un percorso di pre-incubazione (da febbraio a maggio).

Food Waste Reduction è un’iniziativa che si propone di lanciare un’impresa ad alto impatto sociale capace di reimmettere nel mercato i prodotti alimentari che vengono ritirati dalla vendita dai commercianti e dalla grande distribuzione per via di date prossime alla scadenza, difetti di confezionamento o altre ragioni che però non ne compromettono la commestibilità.
 Il tema degli sprechi alimentari è particolarmente rilevante in un contesto di crisi che ha innalzato drammaticamente il numero di persone indigenti. 
Food Waste Reduction ha l’obiettivo di quantificare e intercettare gli sprechi, ridisegnare un nuovo modello di business con il doppio effetto di trasformare uno spreco in risorsa e di ridurre i costi di smaltimento per i punti vendita coinvolti.

I progetti migliori selezionati dalla giuria in base a criteri di impatto di iniziativa, personalità e compattezza del team, condivisione dei valori di Impact Hub e qualità del pitch sono i seguenti tre:

Foody – piattaforma online che ha l’obiettivo di migliorare la consapevolezza ambientale della cittadinanza rendendo possibile l’incontro tra venditori e consumatori finali. La piattaforma è disponibile sia su web che su smartphone e tablet ed è scaricabile gratuitamente. Il team è composto da: Luca Masseretti e Francesco Giberti.

S-cambia Cibo – piattaforma online dove i cittadini-utenti  socializzano, condividendo tra loro informazioni su contenuti o prodotti alimentari da scambiare e permettendo la collaborazione con realtà economiche-produttive locali che ospiteranno i momenti di scambio. Il team è composto da: Petricorstudio, SocialLab e Guglielmo Apolloni. Per maggiori informazioni: pagina Facebook.

Senza spreco –  modello di social business basato esclusivamente su strategie di tipo cooperativistico che ha l’obiettivo di incidere prioritariamente sulla fase finale della filiera, re-immettendo nel circuito di commercializzazione e consumo derrate alimentari altrimenti destinate ad essere sprecate. Il team è composto da: Alessandro Lanzetta, Ariele Niccoli, Giulia Lombardo, Jacopo Visani e Leonardo Lori.

Le proposte scelte riceveranno un premio di 3.900€ lordi (1.300€ lordi di rimborso spese per 3 mesi), oltre ad una membership (con possibilità di accesso e utilizzo degli spazi) ad Impact Hub Firenze. 
In questa seconda fase, i progetti selezionati riceveranno supporto per l’individuazione di investitori, partners, imprenditori e media interessati a collaborare.
Il 23 maggio sarà scelto il vincitore che potrà proseguire la fase di incubazione, ricevendo ulteriore aiuto tecnico e finanziario come specificato dal regolamento (scaricabile QUI)

Sul sito www.foodwastereduction.eu si possono trovare i termini di riferimento del concorso e le tempistiche di svolgimento.

Per ulteriori informazioni: 
Impact Hub Firenze
Tel: 055 417666 / 333 1991065