Oltre 15mila euro per la Valle del Marro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Migliaia di soci Unicoop Firenze mobilitati, tante donazioni provenienti da ogni parte d’Italia, e ben 15.100 euro raccolti! È lo straordinario bilancio della campagna di crowdfunding #SalviamolaValledel Marro promossa dalla Fondazione Il Cuore si scioglie sulla piattaforma di crowdufunding Eppela a sostegno della cooperativa La Valle del Marro – Libera Terra.

La cooperativa sociale era stata vittima nelle ultime settimane di numerosi atti intimidatori finalizzati a compromettere il raccolto e a scoraggiare il riutilizzo sociale dei beni confiscati, tra cui alcuni incendi dolosi che hanno distrutto gli olivi secolari di un terreno confiscato nel Comune di San Procopio, nella piana di Gioia Tauro.

Oggi a Firenze Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze ha consegnato il ricavato della raccolta a don Luigi Ciotti, presidente nazionale Libera, e a Domenico Fazzari, presidente La Valle del Marro – Libera Terra.

L’incontro è stato anche l’occasione per ribadire l’impegno della Fondazione Il Cuore si scioglie al fianco della Valle del Marro e nel contrasto alle mafie, un impegno che si concretizzerà in nuovi progetti per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini, in particolare i più giovani, in una battaglia irrinunciabile per il futuro di questo territorio.

Nel dettaglio la presidente Mori per Unicoop Firenze e Don Ciotti per Libera hanno firmato un protocollo d’intesa in cui le due realtà, nell’ambito delle rispettive competenze e condividendo lo stesso patrimonio di valori, assumono “il compito di sostenere iniziative utili alla promozione del progetto di sviluppo e consolidamento dell’esperienza della Cooperativa La Valle del Marro”.

La cooperativa sociale di lavoro e produzione Valle del Marro – Libera Terra è nata nel dicembre 2004 da un progetto di Libera, con l’obiettivo di combattere la malavita e, più in generale, il fenomeno mafioso anche grazie ad attività di imprenditoria agricola sui 120 ettari di terreni confiscati alla ‘ndrangheta nella Piana di Gioia Tauro.

Nel cammino, segnato da difficoltà, ostacoli e ripetute azioni di sabotaggio, la cooperativa ha trovato il supporto di istituzioni, imprese e associazioni, fra cui la Fondazione Il Cuore si scioglie e Unicoop Firenze.

Gli incendi dell’estate 2017 hanno rappresentato l’ennesimo atto intimidatorio nei confronti dell’attività della cooperativa, per la quale la Fondazione Il Cuore si scioglie si è subito mobilitata con una raccolta fondi che in 40 giorni ha superato quota 15mila euro. Alla campagna i soci hanno aderito sia con donazioni online, sia con iniziative sul territorio, fra cui le cene organizzate dalle  sezioni soci Coop che hanno coinvolto oltre duemila partecipanti.

Fra i sostenitori dell’iniziativa anche i detenuti della Casa di reclusione di Volterra che lo scorso 11 agosto hanno organizzato l’ultima Cena Galeotta della stagione, il cui incasso è stato devoluto a favore della cooperativa Valle del Marro.

  • Guarda il servizio di Informacoop:

(Foto Torrini Fotogiornalismo)