Pupazzi realizzati a uncinetto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

“Lavorerei notte e giorno solo per l’uncinetto!”. Così si presenta la signora in rosa della sezione di Valdera: Ottaviana Farinella in arte “Tonina”. Gattini di ogni dimensione, piccoli portachiavi, copribarattoli, porta candeline, delfini, pesciolini e simpatiche piovre ricoprono, in un’esplosione di colori intrecciati, tutta la tavolata della sezione di Valdera. Le socie delle altre sezioni si accalcano tutte intorno con divertimento, tastando e osservando i diversi pupazzetti come fossero tornate bambine.

“La passione per l’uncinetto forse è nata con me, solo che prima non avevo tempo perché lavoravo, da quando sono andata in pensione con l’uncinetto ci faccio di tutto e anche di più”. 

Tonina insegna la sua arte alle socie tecniche della sezione e ci rivela che pian piano si stanno appassionando tutte, anche e soprattutto le più giovani: “Ce ne vorrebbero di più di giovani che imparassero il lavoro manuale!”

Ogni lunedì pomeriggio le socie si incontrano in sede, ognuna di loro propone un’idea che vorrebbe realizzare, chi confronta la sua tecnica, chi vorrebbe impararne un’altra, il risultato sarà sempre e comunque “tutta roba creativa!”.

Tutte insieme realizzano pupazzetti e non solo pupazzetti, ci rivela “l’uncinetto è un mondo da scoprire, ci sono tante tecniche diverse e tante cose belle da poter realizzare”. Alla domanda “qual è il tuo oggetto Tum Tum preferito?” Tonina, senza contenere l’euforia, ci saluta con convinzione: “a me mi piace tu